• Restauro dell’antico convento di Sant’Agostino del XV sec. – Lucca

    2017-02-02 Angelo Impianti-3 +
  • Newfloor per il progetto Easy House – Milano

    WP_20160331_13_41_05_Pro +
  • La nuova sede dell’azienda Ofmecc – Mirandola

    IMG_7644 +
  • Il nuovo headquarter del Gruppo SIT – Repubblica di San Marino

    san marino +
  • Restyling dell’azienda Irinox – Treviso

    irinox-003 +
  • Il Padiglione Angola a Expo 2015 – Milano

    1-Lightbox +
  • La biblioteca di Birmingham – UK

    la_biblio +
  • Sede Gruppo Pittini – Osoppo

    LaNuovaSedeDelGruppoPittini-15 +
  • Una abitazione per il Solar Decathlon – Versailles

    14718421722_79f97568df_b +
  • Arsenal, Zadar – Croazia

    5823889 +

Restauro dell’antico convento di Sant’Agostino del XV sec. – Lucca

Un esempio positivo di edilizia scolastica

Lì dove fino a poco più di un anno fa c’era un vecchio convento in gran parte abbandonato e destinato ad un progressivo degrado, grazie alla Provincia di Lucca a seguito dell’accordo sottoscritto nel 2015 tra l’amministrazione provinciale e il Demanio dello Stato, ora vi sorge una scuola nuova di zecca: il Liceo musicale “Passaglia”, che dal 9 gennaio 2017 trova ufficialmente sede nell’antico complesso del centro storico di Lucca.  Un luogo di formazione destinato alla pratica musicale aperto ad una città con una grande tradizione in questo campo che contribuisce a consolidare l’identità e la vocazione di Lucca città della musica. L’Arch. Francesca Lazzari a capo della struttura tecnica dell’ente provinciale ha curato progetto e restauro. Le nuove aule sono tutte all’avanguardia dal punto di vista tecnico: la progettazione si è preposta di migliorare la sicurezza statica dell’edificio anche rispetto agli effetti di eventi sismici, rispondendo ai più avanzati criteri di efficienza energetica ed impiego di materiali ecocompatibili e, al contempo, recuperando gli elementi storico-architettonici che nel corso degli anni aveva perso a causa di una serie di interventi che ne avevano alterato le caratteristiche originali.

Per questo delicatissimo intervento di recupero sono stati individuati i sistemi innovativi di Newfloor, Calidus AD per il riscaldamento radiante e la struttura Four x Four AD per le sue prestazioni antisismiche. La superficie realizzata è di circa 700 m² di pavimento sopraelevato composto da pannelli G30HAK di dimensioni 60×60 cm, con anima in solfato di calcio di spessore 30 mm di densità 1500 kg/m³, equipaggiato nella parte inferiore con il sistema Calidus AD, con finitura superiore in gres porcellanato. Come struttura è stata utilizzata l’innovativa struttura Four x Four AD autocentrante e antisismica, la quale ha la caratteristica di conferire anche una miglioria meccanica del pacchetto pavimento.

Fotografo: Benvenuto Saba

Newfloor per il progetto Easy House – Milano

Easy House System: Triennale Milano 2016 "21st Century. Design After Design"

Il progetto Easy House è stato scelto per essere esposto alla Triennale di Milano, presso la location dell’Accademia di Brera; attraverso l’innovazione tecnologica di materiali e grazie al suo straordinario concept costruttivo, il sistema propone delle soluzioni ad alcune questioni chiave come la relazione tra sistema costruttivo e design; il rapportarsi alla crisi iniziata nel 2008; l’equilibrio e il rapporto tra design, nuove tecnologie e nuovi materiali; la ricerca progettuale quale attività circolare.

E’ stato allestito per l’occasione un mock-up di dimensioni circa 4×4 m, in partnership con altre aziende, dove Newfloor ha fornito il pavimento sopraelevato, come soluzione veloce, sicura e completamente a secco.

Il progetto e stato sviluppato e realizzato dallo Studio Armando Coppola – Architettura e Ingegneria.

La nuova sede dell’azienda Ofmecc – Mirandola

A Mirandola, rinascere come l'Araba Fenice è possibile

Il sisma che ha coinvolto parte dell’Emilia Romagna nel 2012 ha lasciato un territorio devastato, ferito, deturpato nella sua bellezza e nel tessuto sociale. Moltissime realtà produttive si sono ritrovate senza più una sede agibile, con gli uffici danneggiati e i capannoni industriali scoperchiati.

Vi raccontiamo il caso dell’azienda Ofmecc Srl, nata proprio a MirandoIa  nel 1974, al servizio delle  industrie metalmeccaniche con studi, progetti, disegni e forniture di componenti, gruppi e macchine per i settori elettrodomestico, industriale e agricolo.

Il titolare dell’Azienda, che ha seguito in prima persona dalla progettazione sino alla costruzione  tutte le fasi realizzative della nuova sede, appartiene a quella categoria di imprenditori coraggiosi che hanno saputo ricominciare, rimboccandosi le maniche e andando avanti, ricostruendo con caparbietà e passione nello stesso territorio,  ma questa volta avvalendosi di tecnologia antisimica.

E non è un caso che la preferenza dei pavimenti sopraelevati accordata fosse per Newfloor: l’opzione di avere il sistema di riscaldamento e climatizzazione ad aria che passasse nel sottopavimento insieme al resto degli impianti, unito ad una scelta estetica e compositiva del tutto customizzata, e la necessità di garantire il sistema antisismico,  hanno trovato risposta nei nostri prodotti e servizi.

Per la nuova sede aziendale abbiamo prodotto e installato circa 750,00 mq di pavimento sopraelevato composto da pannelli G30HAK di dimensioni speciali 60×90 cm, con l’anima in solfato di calcio di spessore 30 mm e di densità 1.500 kg/m3, rivestito nella parte inferiore con un foglio di alluminio come barriera al vapore, rifiniti con bordo grigio scuro in materiale plastico, e per la finitura superiore due ceramiche Cotto d’Este di dimensioni 30×90 cm lavorate e applicate insieme in un unico pannello, anch’esse bordate tra loro in modo da dare continuità tra gli allineamenti delle fughe.

Nella  hall di ingresso, per bilanciare le perdite di calore dovute all’apertura automatica della porta d’entrata, si è studiata la soluzione di installare Calidus AD, il nostro sistema di pavimento sopraelevato con riscaldamento radiante  integrato.

In questo caso ovviamente, la soluzione migliore e più tecnologica adottata è stata la struttura Four x Four AD “antisismica” che con l’uso di colla silanica, garantisce la monoliticità del sistema e il rispetto del protocollo antisismico certificato all’EUCENTER di Pavia.

L’Azienda Ofmecc fa parte del circuito Terre Mosse, identificando una rete di imprese di qualità che dopo essere state pesantemente danneggiate dai terremoti del 20 e 29 maggio 2012, hanno dimostrato il loro valore mantenendo la loro presenza sul mercato pur lavorando in condizioni di estrema difficoltà.

Il nuovo headquarter del Gruppo SIT – Repubblica di San Marino

SIT nel settore dell’imballaggio flessibile è il primo fornitore di Ferrero nel mondo

Il progetto realizzato dallo Studio Antao Progetti della Repubblica di San Marino in collaborazione con lo Studio Archimedia dell’Arch. Franco Roberti di Rimini, per il nuovo headquarter dell’Azienda Gruppo SIT della Repubblica di San Marino, ha previsto la demolizione di un edificio preesistente e la costruzione di un nuovo edificio di tre piani ad uso produttivo più in linea con le nuove necessità dell’azienda. L’edificio è  forma quasi rettangolare (lunghezza 116 metri e profondità di 72 m) e comprende sia una parte di produzione incassata sul fianco della collina e stoccaggio dei materiali, che una parte direzionale con uffici.

Il Gruppo SIT opera da molti anni nel mercato del packaging flessibile: fornisce ai propri Clienti, nel settore alimentare e non alimentare, tutte le soluzioni di packaging più idonee, tecnologicamente avanzate, sicure e rispettose dell’ambiente in grado di garantire il successo dei loro prodotti. Il Gruppo SIT si è specializzato nel settore del food: confectionery, snack, chocolate, prodotti da forno, pasta, caffè e bevande, prodotti freschi, surgelati e gelati. Ma opera anche nel settore del non food: detersivi, prodotti medicali, personal care.

Attività del Gruppo è la stampa di alta qualità, in tecnologia rotocalco e in flessografia, su films trasparenti, cartacei o metallizzati, con procedure di accoppiamento di films  (con e senza solventi) e trattamenti specifici, in relazione alle esigenze grafiche e di protezione del prodotto.

Per la nuova sede di rappresentanza, il nostro intervento ha riguardato la parte riservata agli uffici,  in cui abbiamo installato circa 3’400 mq di pavimento sopraelevato composto da pannelli G30HAK di dimensioni speciali 60×120 cm, con l’anima in solfato di calcio di spessore 30 mm di densità 1.500 kg/m3 e rivestimento inferiore in foglio di alluminio, rifiniti con bordo grigio scuro in materiale plastico, con finitura superiore composta da tre ceramiche a doghe dell’Azienda Ceramica del Conca della Repubblica di San Marino, di dimensioni nominali 20×120 cm lavorate e applicate insieme in un unico pannello e bordate tra loro così da garantirne continuità di fuga e rendere realistico il connubio tra grès effetto legno e pavimento sopraelevato, e struttura SNFL con traverso leggero di H 18 mm, modulo 60×60 cm.

Restyling dell’azienda Irinox – Treviso

Irinox: un percorso di oltre 20 anni fatto di successi

L’azienda Irinox, operante fin dagli anni Novanta, è leader nell’innovazione della produzione di abbatitori rapidi di temperatura e di sistemi di conservazione di alta qualità per il settore domestico e professionale e di quadri elettrici in acciaio inox.

L’intervento di ristrutturazione dell’unità produttiva della sede è stato curato dallo studio De Luca Associati di San Giacomo di Veglia, nella persona dell’arch. Alessandro De Luca, mentre la direzione artistica e l’interior design del progetto sono stati affidati a Mzc+ di Treviso (arch. Giuseppe Cangialosi, www.mzcplus.it), poliedrico studio specializzato nella valorizzazione e riqualificazione del patrimonio storico-architettonico e nell’interior design, affrontato a tutte le scale della progettazione.

Inizialmente, il progetto prevedeva di impiegare il pavimento sopraelevato solo nell’ampliamento della palazzina uffici, ma in ragione dei considerevoli vantaggi garantiti dal pavimento sopraelevato rispetto ad un pavimento tradizionale, si è deciso di adottare tale sistema anche negli uffici esistenti, nonostante questi fossero pavimentati in granito naturale ghiandone rosa sardo. Newfloor ha provveduto quindi a produrre e unstallare circa 1.200 mq di pavimento sopraelevato composto da anima in solfato di calcio, dello spessore di 30 mm, di densità di 1.500 kg/m3 e rivestito in gres porcellanato Cotto d’Este, collezione Buxy Perle, di dimensioni nominali 60×60 cm, posato su una struttura metallica d’acciaio, composta da piedini regolabili di varia altezza, incollati alla base per incrementare la stabilità del sistema.

L’intervento doveva essere eseguito in tempi estremamente rapidi al fine di limitare i disagi dovuti allo spostamento del personale dell’azienda in una struttura temporanea. La rapidità di posa del pavimento sopraelevato ha contribuito al raggiungimento di tale obiettivo.

Il Padiglione Angola a Expo 2015 – Milano

Progetto dell'architetto angolano Paula Nascimiento, dove la figura e il ruolo della donna viene messo al centro di tutto

In vista dell’Esposizione Universale italiana, siamo stati interpellati in più di qualche occasione per contribuire alla realizzazione di un orgoglio italiano: Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Abbiamo prodotto e fornito per questo grande evento la paviemntazione per diversi padiglioni e strutture di servizio.

Siamo onorati di raccontare brevemente un lavoro in particolare, che più di altri a nostro avviso esemplifica il significato e le tematiche di Expo2015, ovvero del padiglione più grande presente a Expo2015 in rappresentanza del continente africano: Padiglione Angola.

Un vero e proprio viaggio attraverso il cibo angolano, per capire come i suoi prodotti sono e potranno essere utilizzati dalle future generazioni per raggiungere stili di vita più sani e sostenibili. L’Angola ha scelto di elaborare il Tema di Expo2015 con l’obiettivo di trasmettere tutta la cultura e l’anima di nazione africana attraverso la ricchezza e la diversità delle sue tradizioni culinarie: educare per innovare.

Il Padiglione dell’Angola si caratterizza per la forma stilizzata di un baobab africano posta al centro della struttura. Per questa architettura temporanea, abbiamo fornito oltre 500 mq di pavimento sopraelevato composto da pannelli in materiale inerte di densità di 1.500 kg/mc, realizzati con impasto di solfato di calcio e fibre organiche, dello spessore di 34 mm, rinforzato nel lato inferiore con vaschetta in acciaio zincato a caldo, dello spessore di 0,5 mm, e rivestito nella parte superire da teli in vinile, con struttura di sostegno completamente in acciaio stampato a freddo, di altezza regolabile fino ai 50 cm circa, e collegata da traversi di tipo leggero.

La biblioteca di Birmingham – UK

La biblioteca è un edificio in vetro trasparente, la cui delicata pelle filigranata si ispira alla tradizione artigianale della città un tempo industriale

Realizzata dagli architetti olandesi Mecanoo, è la più grande biblioteca d’Europa, con una superficie complessiva di 31.000 mq e nove piani di altezza che accolgono milioni di libri, ma anche un anfiteatro da 300 posti, spazi poli-funzionali, giardini e caffè.

Terminata nel 2013, la biblioteca è concepita come uno spazio pubblico che riconnette il tessuto urbano dando una nuova identità a Centenary Square, la più grande piazza di Birmingham. Newfloor, in collaborazione con il proprio fornitore nazionale di gres porcellanato l’azienda Mirage Spa, si è aggiudicata questo importante progetto fornendo oltre 7.000 mq di pavimento sopraelevato.

L’altissimo grado di personalizzazione ha richiesto un impegno considerevole dello staff Newfloor, insieme ai progettisti e alla committenza per la definizione di una soluzione dall’elevato impatto estetico e dalle eccellenti prestazioni in fatto di resistenza e sicurezza.

Requisito chiave per l’aggiudicazione del progetto è stato la garanzia di resistenza ai carichi più elevati, ossia elementi in ‘Classe 6’, con un carico di rottura ammissibile ≥ 1.200kg al centro del lato del pannello. Newfloor ha adottato opportuni accorgimenti come l’utilizzo di una vaschetta di acciaio di rinforzo di speciale spessore e una struttura metallica di sopraelevazione di adeguata resistenza.

Il pavimento sopraelevato è composto da pannelli di 34 mm di solfato di calcio di dimensioni 60×120 cm, rivestiti da gres made in Italy dell’azienda Mirage, serie Marmi colore bianco statuario prelevigato, tagliato e riassemblato in doghe di dimensioni 20×120 cm. La caratteristica venatura di questo gres è stata personalizzata in fase di cottura secondo il gusto degli architetti dello studio di progettazione, che hanno presenziato alle operazioni presso lo stabilimento Mirage in provincia di Modena.

Sede Gruppo Pittini – Osoppo

Un progetto realizzato grazie ad una partnership tra Aziende friulane

La realizzazione della nuova sede del Gruppo Pittini*, ideata da Progetto CMR, ha visto la nostra partecipazione grazie alla sinergia creatasi tra Newfloor e aziende del Friuli Venezia Giulia, che hanno costruito e gestito la realizzazione dell’immobile e nella fattispecie con Ef Servizi Appalti che si occupa di forniture e servizi chiavi in mano per il Gruppo SCA, a cui hanno preso parte Cambielli Edilfriuli Spa e Bacco Spa.

Per questo progetto abbiamo realizzato circa 3.700 m2 di pavimento sopraelevato avente l’anima in solfato di calcio da 30 mm con densità 1.100 kg/m3, rivestito nella parte superiore da gres Casalgrande Padana Meteor colore grigio 600×600 mm.

*Da oltre mezzo secolo il Gruppo Pittini è un soggetto di primo piano nella siderurgia, in particolar modo nella produzione di acciai destinati alla costruzione e all’industria manifatturiera. Oggi il gruppo è composto da sette diverse aziende, da più di 1.200 dipendenti e una capacità produttiva di oltre 2 milioni di tonnellate all’anno.

Il Gruppo Pittini è composto da:
• FERRIERE NORD S.p.A.
Con i suoi due stabilimenti di Osoppo e Potenza, può contare forni ad arco elettrico, due laminatoi per la produzione barre e rotoli di acciaio per cemento armato, un laminatoio vergella ed impianti per la produzione di rete e tralicci.
• SIAT S.p.A.
Questa azienda producebarre e filo trafilato e laminato a freddo destinato a vari settori: meccanica, industria automobilistica, produzione di elettrodomestici, mobili e impianti di pezzi di ricambio.
• PITTARC
Produce fili per la saldatura, fili per la saldatura ad arco sommerso e fili rivestiti.
• LA VENETA RETI S.r.l.
Questa azienda produce reti elettrosaldate speciali e standard.
• KOVINAR d.o.o.
Localizzata in Slovenia, è una azienda di successo specializzata nella produzione di reti elettrosaldate.
• PITTINI – Stahl GmbH
Con sede in Baviera, commercializza i prodotti del Gruppo Pittini in Europa centrale.
• BSTG Gmbh
Con due Impianti di produzione in Austria, produce reti elettrosaldate.

Una abitazione per il Solar Decathlon – Versailles

Il progetto del DTU Technical University of Denmark, all’interno del quale abbiamo installato il pavimento Freefloor

Spesso si parla di sinergie tra aziende e mondo universitario, tra ricerca e industria, in un’ottica di crescita e arricchimento bilaterale. Nel caso di Newfloor questa possibilità si è concretizzata grazie all’Università della Danimarca che ha chiesto a Newfloor di fornire i pavimenti per un progetto realizzato nell’ambito di Solar Decathlon 2014, la più importante manifestazione sull’edilizia a consumi zero in ambito internazionale.

Il progetto del DTU Technical University of Denmark si è classificato ottavo, riscuotendo grande entusiasmo tra i ricercatori e gli studenti che hanno partecipato alla realizzazione, ed ha suscitato molta curiosità tra i visitatori della manifestazione a Versailles.

“E’ stata una delle prime richieste del 2014, pervenutaci dal ns. sito internet dal Dott. Luca Gennari, studente italiano del DTU Technical University of Denmark” ci racconta Giada Battistello Sales Account di Newfloor.

La richiesta era semplice e concisa: ”Il concorso consiste sostanzialmente nel progetto di un’abitazione prefabbricata, di area compresa tra 50-150 m2, a consumo energetico zero e sostenibile. La casa verrà costruita (scala 1:1), testata e sarà accessibile al pubblico per un periodo di tre settimane. Siamo interessati al vostro prodotto Freefloor per rivestire il pavimento della nostra abitazione”.

Newfloor ha subito creduto nel progetto, sicura delle potenzialità di Freefloor e dimostrando così, ancora una volta, di saper rispondere in modo rapido e puntuale alle richieste di qualsiasi cliente, per qualsiasi tipologia di installazione.

“Si è prima fatto pervenire dei campioni di pavimento – prosegue Giada Battistello – che una volta ricevuti e visionati dai vari architetti dell’università sono stati promossi e confermati per l’impiego nel progetto. La fornitura è di 60 mq di Freefloor Silent satinato grigio 60×60 cm”.

Arsenal, Zadar – Croazia

Nuova destinazione d'uso di un vecchio edificio storico

L’Arsenal è uno spazio polifunzionale di 1.800 m2 in cui l’intero spazio ruota attorno a una sorta di piazza al coperto. Si tratta di uno spazio attivo aperto alla comunità, un luogo in cui, accanto al significato storico del palazzo, si sono aggiunti nuovi significati, e una nuova destinazione d’uso.

Arsenal ora è un luogo d’incontro, un posto in cui le persone possono confrontare le proprie opinioni,dove è possibile promuovere opportunità di business, dove organizzare eventi unici, e un posto dove è possibile semplicemente socializzare ascoltando della buona musica e bevendo un bicchiere di vino.

Per questo ambiente multiculturale, Newfloor ha realizzato tre tipologie di pannelli:

– Anima da 38 mm in truciolare di legno ad alta densità 720 kg/mc, rivestito in parquet 8/9 doghe Iroko, di dimensioni 60×120 cm;

– Anima da 38 mm in truciolare di legno ad alta densità 720 kg/mc, rivestito acciaio AISI 304, di dimensioni 60×60 cm;

– Anima da 38 mm in truciolare di legno ad alta densità 720 kg/mc, rivestito in gomma, di dimensioni 60×60 cm.

Le nostre certificazioni
leggi
Guida all'acquisto

Come scegliere il sopraelevato più adatto alle tue esigenze.

inizia