• Le Generali aprono uno spazio per grandi mostre a Palazzo Bonaparte – Roma

    +
  • Newfloor per il progetto Easy House – Milano

    +
  • Il Padiglione Angola a Expo 2015 – Milano

    +

Le Generali aprono uno spazio per grandi mostre a Palazzo Bonaparte – Roma

Nuovo polo di arte e cultura

Generali in partnership con Arthemisia, azienda leader nella produzione di mostre a livello internazionale, apre la sede nello storico Palazzo Bonaparte a Roma, restaurato per l’occasione nell’arco degli ultimi due anni. Il programma Valore e Cultura che il gruppo sta portando avanti, che vede la sua azione a sostegno del patrimonio diffuso su tutto il territorio italiano, inaugura un polo in centro città dedicato a esposizioni ed eventi. L’intervento di recupero gestito da Generali Real Estate SGR, ha riguardato la totalità degli spazi esterni e interni dell’edificio, concentrandosi sui tre piani superiori per il pieno recupero di controsoffitti a cassettoni, elementi architettonici e decorativi.

Parallelamente, è stata effettuata la messa a norma di tutti gli ambienti, in previsione di renderlo uno spazio aperto al pubblico. Per questo motivo, è stato necessario utilizzare il nostro sistema di pavimento sopraelevato FHB25 – GIFAfloor, in solfato di calcio a incastro maschio/femmina, installato su supporti in acciaio incollati a terra e senza traversi SNFS 57, regolabili in altezza, per garantire il passaggio degli impianti nel plenum sottopavimento e prevedendo delle botole d’ispezione per la manutenzione; al contempo era necessario non gravare ulteriormente sui solai storici, pertanto è stato ricreato un nuovo piano di calpestio, il quale è stato ricoperto con una finitura in parquet.

Questo gioiello dell’architettura barocca è stato ultimato nel 1677 su progetto dell’architetto Giovanni Antonio De Rossi. Con i suoi circa 3 mila metri quadrati di mosaici, affreschi e stucchi, è stata la dimora di numerose famiglie romane di alto rango che si sono avvicendate nei secoli. Tra i personaggi più celebri visse qui, fino alla morte, anche Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone Bonaparte, che in vecchiaia, soleva sedersi al balcone con affaccio sull’angolo tra Piazza Venezia e via del Corso per osservare la vita della Roma ottocentesca scorrere quotidianamente.

Generali Real Estate SGR, lo Studio Pras che ha seguito la progettazione del restauro e l’impresa D’Adiutorio che si è occupata della realizzazione, sono stati affiancati dalla Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma in tutte le scelte progettuali.

Newfloor per il progetto Easy House – Milano

Easy House System: Triennale Milano 2016 "21st Century. Design After Design"

Il progetto Easy House è stato scelto per essere esposto alla Triennale di Milano, presso la location dell’Accademia di Brera; attraverso l’innovazione tecnologica di materiali e grazie al suo straordinario concept costruttivo, il sistema propone delle soluzioni ad alcune questioni chiave come la relazione tra sistema costruttivo e design; il rapportarsi alla crisi iniziata nel 2008; l’equilibrio e il rapporto tra design, nuove tecnologie e nuovi materiali; la ricerca progettuale quale attività circolare.

E’ stato allestito per l’occasione un mock-up di dimensioni circa 4×4 m, in partnership con altre aziende, dove Newfloor ha fornito il pavimento sopraelevato, come soluzione veloce, sicura e completamente a secco.

Il progetto e stato sviluppato e realizzato dallo Studio Armando Coppola – Architettura e Ingegneria.

Il Padiglione Angola a Expo 2015 – Milano

Progetto dell'architetto angolano Paula Nascimiento, dove la figura e il ruolo della donna viene messo al centro di tutto

In vista dell’Esposizione Universale italiana, siamo stati interpellati in più di qualche occasione per contribuire alla realizzazione di un orgoglio italiano: Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Abbiamo prodotto e fornito per questo grande evento la paviemntazione per diversi padiglioni e strutture di servizio.

Siamo onorati di raccontare brevemente un lavoro in particolare, che più di altri a nostro avviso esemplifica il significato e le tematiche di Expo2015, ovvero del padiglione più grande presente a Expo2015 in rappresentanza del continente africano: Padiglione Angola.

Un vero e proprio viaggio attraverso il cibo angolano, per capire come i suoi prodotti sono e potranno essere utilizzati dalle future generazioni per raggiungere stili di vita più sani e sostenibili. L’Angola ha scelto di elaborare il Tema di Expo2015 con l’obiettivo di trasmettere tutta la cultura e l’anima di nazione africana attraverso la ricchezza e la diversità delle sue tradizioni culinarie: educare per innovare.

Il Padiglione dell’Angola si caratterizza per la forma stilizzata di un baobab africano posta al centro della struttura. Per questa architettura temporanea, abbiamo fornito oltre 500 mq di pavimento sopraelevato composto da pannelli in materiale inerte di densità di 1.500 kg/mc, realizzati con impasto di solfato di calcio e fibre organiche, dello spessore di 34 mm, rinforzato nel lato inferiore con vaschetta in acciaio zincato a caldo, dello spessore di 0,5 mm, e rivestito nella parte superire da teli in vinile, con struttura di sostegno completamente in acciaio stampato a freddo, di altezza regolabile fino ai 50 cm circa, e collegata da traversi di tipo leggero.

Le nostre certificazioni
leggi
Guida all'acquisto

Come scegliere il sopraelevato più adatto alle tue esigenze.

inizia